Drinknews

Perchè regalare un vino e come non sbagliare

Le feste si avvicinano, avete scelto cosa (farvi) regalare ?

Il vino ha un fascino indiscutibile. E’ un regalo raffinato e mai banale, la scelta giusta quando si vuole stupire e condividere un momento speciale. 

Una buona bottiglia di vino è un regalo che piace soprattutto per le sue capacità di esaltare sapori, profumi e tradizioni. Ecco perchè sotto Natale, regalare spumanti e affini è un grande classico.  

Ma scegliere è sempre così facile? Ebbene no, eccovi qualche consiglio per andare a colpo sicuro:

1. A chi lo volete regalare?

Partiamo dal destinatario. Per lui o per lei? Amici o parenti? Il vino viene apprezzato soprattutto da chi ha più di 24 anni. Il primo passo è cercare di capire, anche in maniera orientativa, i gusti del destinatario e accertarsi, ovviamente, che non sia... astemio!

Pensate al carattere e ai gusti di questa persona e alle occasioni in cui è più probabile che la utilizzerà. Non dimenticatevi di scriverle un pensiero a riguardo! ;-)

2. Indecisi?

Bollicine o fermo? Spumante o champagne?  Bianco, rosso o rosè? Per pranzo o per cena? La ben nota divisione di genere che vuole il bianco frizzante per le donne e il rosso fermo per un uomo, resta confermata. Se invece dovete presentarvi ad un evento, ricordate che le bollicine sono il passepartout perfetto perchè si abbinano a qualunque aperitivo o sono perfette per un brindisi finale. Condividere una bottiglia particolare e importante è sempre un bellissimo gesto! 

3. Quanto ne sa il destinatario? 

Anche la frequenza di consumo e la conoscenza del vino sono elementi che influenzano le preferenze. Palati poco “allenati” tendono ad apprezzare prodotti più dolci e profumati, mentre i più esperti possono essere sedotti anche da vini intesi e austeri. 

4. Come servire il vino a tavola e valorizzare ogni bottiglia

Un aspetto fondamentale per apprezzare tutte le qualità del vino, è quello di portarlo alla temperatura di servizio. Se lo conservate in frigorifero per molto tempo, sappiate che rischiate di compromettere profumo e sapore.  Se è un vino bianco, portate la bottiglia già fredda, per stapparla mentre si è a tavola. Per spumanti e champagne, al ristorante come a casa, ci vuole il secchiello con acqua e ghiaccio, per mantenere la giusta temperatura di servizio durante tutta la cena. Al contrario, i vini rossi non vanno serviti troppo freddi.

5. L’etichetta è importante!

Come si deve presentare il vostro vino? etichetta, certificazione e provenienza sono importanti. L’etichetta e la certificazione sono le prime informazioni da controllare: un vino dall’etichetta classica è l’ideale in situazioni formali, mentre la provenienza da una rinomata zona D.O.C. o D.O.C.G. fa trasparire un certo riguardo.

La situazione è più informale? Scegliete il prodotto di una piccola cantina realizzato con un metodo particolare. La fama del territorio e della D.O.C. contribuiscono al livello medio dei prezzi della singola tipologia. Bere bene a prezzi ragionevoli si può, andando a cercare le “chicche” di zone meno note o di piccole cantine. Un vino “di marca” avrà prezzi più elevati, mentre un prezzo troppo basso è un indice pressochè certo di qualità mediocre. 

6. Bottiglia sfusa, packaging ricercato o magnum size?

Potete scegliere il formato? Non c’è dubbio: la Magnum. Sa di festa e nobilità, non lascia indifferenti e il figurone è garantito! Per acquistarla, rivolgetevi direttamente alla cantina. 

7. Dove comprare?

Supermercato, gastronomia e e-commerce. Le scelte sono molte ma se l’indecisione è tanta ma la voglia di stupire ancora di più, rivolgetevi all’enoteca e la consulenza di un sommelier vi consentirà di orientarvi meglio e scegliere il vino migliore per l’occasione e per le vostre tasche. 

Tra le novità di Drinkout è in arrivo #GiftBox la nuova funzione che vi permetterà di regalare una bottiglia vino a chi volete! Riusciremo, un giorno, a regalare la bottiglia che più si accorda ai gusti del destinatario? è una bella sfida e noi l’accettiamo! 

...Wine is sharing!

Author

alice pomiato